26/6/2011 – Gran Loggia

Giorno 26 giugno 2011 si è tenuta presso la sede nazionale del Grande Oriente Italiano Obbedienza Piazza del Gesù a Roma l'assemblea annuale della Gran Loggia. Presenti oltre alle autorità massoniche dell'obbedienza numerose deputazioni e gran Maestri di altre obbedienze con noi protocollate.

22/09/2011 – Convegno festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia

COMUNICATO STAMPA

Si è svolto il 22 settembre 2011, nell’ampia sala dell’Auditorium ubicato nel centro di Roma, l’ennesimo importantissimo Convegno promosso dal Grande Oriente Italiano Obbedienza Piazza del Gesù nell’ambito dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Questa volta, però, i contenuti del Convegno e la portata istituzionale possono essere considerati davvero eccezionali.

Intanto per il tema, che ha riguardato la cultura massonica e non massonica a confronto per la conoscenza del passato e la riconquista del futuro, con l’intento di valorizzare compiutamente il ruolo storico e sociale della massoneria e la sua missione nella società del nuovo millennio, nonché l’aperto confronto con chi massone non è ma condivide analoghi principi di libertà, uguaglianza e fratellanza.

Poi per i relatori e l’illustre ospite dott. Riccardo Di Segni, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma, che ha intrattenuto i presenti sulla minoranza religiosa nell’Italia di ieri e di oggi.

La manifestazione è stata presieduta e coordinata dal dott. Antonio Lavorato.

Dopo la puntuale introduzione del Gran Maestro dott. Nicola Tucci, che ha fortemente voluto questo Convegno insieme al Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese Antico ed Accettato dott. Antonio Mucciardi, hanno svolto le loro relazioni lo storico e ricercatore prof. David Rettura, il docente universitario prof. Michelangelo Ingrassia ed il filosofo prof. Arturo Napoletano.

Attesissimo, quindi, è stato l’intervento del dott. Di Segni, il quale ha saputo offrire magistralmente ai numerosi presenti l’essenza religiosa e spirituale degli ebrei e la loro piena e convinta italianità.

Con le conclusioni, infine, il dott. Mucciardi ha posto fra l’altro in risalto l’eccezionalità dell’evento ed il sentito auspicio che la massoneria possa diventare presto il riferimento ecumenico di incontro fra massoni e religioni che professano il miglioramento dell’uomo.

foto_convegno